social Accademia arti visive cinema Brescia twitter Accademia arti visive Brescia facebook Accademia Università  arti visive Brescia YouTube Accademia cinema Brescia linkedin Accademia arti visive


Arti visive Brescia

Scuola decorazione Brescia
  • GIUPÌ E BRIGHELA

  • 26/03/2011
  • spettacolo teatrale

    GIUPÌ E BRIGHELA

    Regia di Luciano Bertoli | Produzione Associazione Culturale S.R.

    Scenografia di Andrea Anselmini

    realizzate da Laboratorio 4A dei f.lli Anselmini

    Luci di Sergio Martinelli

    Sabato 26 marzo ore 16.00 e ore 21.00 - Domenica 27 marzo ore 21.00
    Teatro S. Giovanni – C/da San Giovanni, 12 – Brescia

    In scena Sara Manduci | Andrea Manni | Enrico Re | Tiziano Terraroli |
    Richy Venosta |
    Sara Martina Venosta | Chiara Zani

    Giupì e Brighela e fiorisce, immediato, un sorriso inconscio. Sì,
    perché le due maschere riportano d’un volo all’infanzia, a quando il
    teatrino del burattinaio sostava nei paesi e lasciava un’ora di magica
    fantasia, di bonarie bastonate, minuscole
    lezioni di vita dove i birboni non la passano mai liscia. Egidio
    Bonomi, con un’operazione alquanto libera, ripropone Giupì e Brighela
    recitato da attori veri in abiti di maschere della commedia, in un
    miscuglio di dialetti: bergamasco quello
    di Giupì; veneziano quello di Brighela (un abuso, visto che la
    maschera è bergamasca come Giupì); bresciano quello di Leànder, Macù e
    dell’innamorata Flaminia; milanese quello di Ambrogina e italiano
    sghembo quello del conte Alfranio Tegola e del marchese Tartaia. I
    “gioppini”, dunque, che recitano la vita, sorridendo e divertendo. La
    pièce di Egidio Bonomi assume così il sapore dell’originalità
    assoluta, nel senso che i burattini sono uomini, quasi estensione
    della vita quotidiana, mai del tutto seria, mai del tutto ilare. Senza
    dire che l’idea è unica nel panorama ormai vasto - per - per quanto
    non sempre plausibile - del teatro dialettale.
    Costo del biglietto €7,00.



scenografia