social Accademia di graphic design e multimedia skype Accademia di design linkedin Accademia di graphic design livestream Accademia multimedia you tube Accademia di fotografia twitter Accademia di cinema facebook Accademia audiovisivo


+ iscriviti alla newsletter per essere aggiornato costantemente sugli eventi e ricevere informazioni sull'accademia.

newsletter Accademia di design


Accademia di graphic design e multimedia

Universita di graphic design e multimedia
eventi culturali
  • INTIMAMENTE

  • 15/04/2012
  • iTeM Design e LABA presentano:

    INTIMAMENTE
    Silvia Ballarin e Gabriella Ghisleri


    iTeM Design
    Via Trieste, 24, Brescia

    dal martedì al venerdìdalle 14.00 alle 19.00
    il sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle15.30 alle 19.00


    SILVIA BALLARIN

    Nata a Brescia nel 1981 Silvia Ballarin si è laureata in arti visive presso la Libera Accademia di Balle Arti, dove ha successivamente frequentato il master di primo livello in Artiterapie.
    Consapevole del potere benefico dell'arte Silvia ha voluto dedicarsi quotidianamente al miglioramento della qualità della vita di bambini, anziani e disabili proponendo laboratori di arteterapia nelle scuole e nelle cooperative sociali. L'arteterapia consiste nel coinvolgimento della persona in un percorso di autoconoscenza e di riscoperta del mondo del sentimento che favorisce il ritrovamento dell'equilibrio psicofisico.
    Silvia traspone nei suoi dipinti la volontà di indagare se stessi e lo comunica attraverso figure imponenti, vere presenze che occupano gran parte della superficie pittorica, ma che allo stesso tempo sono appiattite dalle campiture omogenee di colori molto tenui: una rinuncia alla tridimensionalità fisica a favore di un volume interiore. Spesso l'opera è composta da più parti, dettagli o settori in relazione tra loro, come per suggerire la discontinuità del pensiero, le sue numerose sfaccettature e la molteplicità dei punti di vista. L'attenzione dell'artista si concentra sulla relazione tra i soggetti protagonisti e gli oggetti che appartengono alla vita quotidiana, questi spesso suggeriscono il contesto in cui la scena è ambientata. Il bagno, per esempio è uno scenario molto presente in quanto luogo in cui la persona si rapporta alla dimensione più intima di sè. Nei ritratti e di frequente anche in altre opere, i soggetti sono rappresentati senza espressioni esplicite in volto e con gli occhi chiusi o semichiusi come se volessero guardarsi dentro..


    GABRIELLA GHISLERI

    Gabriella Ghisleri nasce a Brescia nel 1984 dopo aver frequentato il liceo artistico Foppa si laurea nel 2008 presso la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia. Attualmente vive della sua arte facendo decorazioni, dipinti e ritratti su commissione e contemporaneamente sviluppa un percorso artistico personale basato sull'introspezione e l'espressione di sè.
    Gabriella si serve della fotografia per fissare una posa o un'espressione particolarmente suggestiva per poi trasporre l'immagine su tela riproducendo perfettamente ogni dettaglio. La perfezione estetica delle figure e la laboriosa cura dei particolari sembra essere manifestazione concreta della complessità del sentimento che diventa vero protagonista dei lavori di Gabriella. La donna è il soggetto prediletto dall'artista che considera fondamentale il processo quasi teatrale di immedesimazione con il personaggio dipinto per far emergere le sue emozioni più intime e recondite, nell'osservazione diretta della propria interiorità. La concretezza di questo realismo autobiografico apre un varco che va oltre il quadro e conduce in un'altra dimensione, quella emotiva, ampia, intangibile e indefinita, in cui si è accompagnati dalle frasi di alcune canzoni che l'artista ama citare nei titoli.


/>